DAY 16, UNIVERSITARIO e OPEN: Larghe vittorie per Msf e Real Magenta (che però non basta), cominciano bene Infamous e Birrareal, colpo 3Jolie, solo pari Mostri

Share

match2

UNIVERSICARI – INFAMOUS 1-3
RETI: 5’ De Feo (U), 14’ Carrassi (I), 2’ st Aghajanoff (I), 15′ Pesenti (I)
CRONACA: parte bene il nuovo girone per gli Infamous che superano per 2-1 Universicari. I padroni di casa pagano un errore grosssolano di Lella in occasione del 2-1 e una scarsa concretezza sotto porta nonostante le tante occasioni create.
La partita inizia con il vantaggio Universicari siglato da De Feo con un potente tiro che trova anche un evidente deviazione che spiazza l’incolpevole Funk. Dopo una serie di occasioni per andare a raddoppiare al 14’ Infamous trova il pareggio grazie all’asse Intini-Carrassi, cross perfetto del primo, conclusione potente e precisa del secondo, 1-1. Sul finire del primo tempo bella punizione di Aghajanoff ben parata da Lella.
La ripresa si apre con il vantaggio ospite, frittatona di Lella che regala palla a Nannini il quale molto lestamente serve Aghajanoff che a porta vuota deve solo depositare in rete. Al 4’ in maniera molto simile Iacobone tenta il pallonetto ma la parabola è leggermente alta. Universicari si getta all’attacco ma la porta avversaria, come spesso gli accade, sembra stregata e i tentativi di De Feo, Cosmacini e Iacobone non vanno a buon fine. In contropiede Infamous sfiora il gol del’1-3 ma Aghajanoff a tu per tu con Lella prima prende il palo, poi colpisce un avversario che salva sulla linea. E gli stessi Infamous trovano il gol che chiude la partita L’ultimo brivido lo regala De Feo che arriva a concludere da buona posizione ma calcia fuori.

PAGELLE
UNIVERSICARI:
Lella 5: l’errore sul gol del 2-1 Infamous è molto grave e decisivo ai fini del risultato, si rifarà
Colussi 5.5: oggi poco ispirato, galoppa come al solito sulla fascia ma è meno concreto
Iacobone 6.5: uno dei migliori, il pallonetto avrebbe meritato più fortuna
De Feo 6.5: l’anima della squadra, combatte dall’inizio alla fine
Luraghi 6: fa bene il suo compitino, non molto di più
Weissy 6: oggi si sbatte tanto, ma serve più cattiveria in area di rigore
Cosmacini 5.5: quando non gira lui la squadra ne risente, si toglie anche il cappello ma la magia non accade
Pepe Jr 6: tanta corsa, tanti cross, sempre positivo

INFAMOUS:
Funck 6: non chiamato a parate straordinarie, sempre attento
Mezzadri 6: gara attenta, poche sbavature
Intini 7: bellissimo l’assist per Carrassi, sempre molto pericoloso
Carrassi 7: il gol è una perla, la sua partita infatti è preziosa
Nati 6.5: buon match, difende con molto ordine e attenzione
Nannini 7: abile a credere nell’errore di Lella, ancor di più a servire Aghajanoff, furbo
Lomacci 6: gara discreta
Boni 6.5: ottima partita, la sua girata meritava sorte migliore
Aghajanoff 6.5: segna il gol decisivo ma ne sbaglia uno clamoroso, prestazione comunque positiva
Pesenti 6.5: Si iscrive anche lui al taccuino dei marcatori.

OLYMPIAGOZZ – BIRRAREAL 1-5
RETI: 2′ Zoia (B), 12′ Zoia (B), 19′ Zoia (B), 3′ st Armani (B), 4′ st Salerno (B), 17′ st Furiosi (O)

CRONACA: Sfida interessante sul campo del torneo universitario. Per la prima giornata della Ulmi League si sfidano gli Olympiagozz, primi del girone C, e i Birrareal, secondi del girone B. Ci si aspetta una bella partita.
Partono fortissimo i Birrareal, Zoia, Frascella e Salerno che giocano altissimi per infastidire la costruzione avversaria. Già al 2′ la pressione dà i primi frutti perchè Zoia si mette davanti a Boccini che gli rinvia addosso e può solo guardare la palla rotolare oltre la linea alle sue spalle. Olympiagozz subito sotto e in difficoltà, non riescono a risalire il campo. Se superano la prima pressione interviene De Grassi, onnipresente sulle linee di passaggio, e se saltano il centro se la devono vedere con Longo, da cui non si passa; inoltre i Birrareal non disdegnano di fare un fallo quando serve.
E da questa situazione di gioco arrivano anche il secondo e il terzo goal dei Birrareal. Prima De Grassi lavora un pallone sporco e lo mette in mezzo all’area dove puntuale arriva Zoia col piattone, poi Di Vincenzo ferma un contropiede e ne fa partitre uno a sua volta, palla in mezzo per Zoia che segna con un facile tap-in. In mezzo una bella occasione per Conforti che con ostinazione arriva su un pallone dato per perso da tutti e di testa fa venire i brividi ad un impreparato Costa, solo esterno della rete.
Durante l’intervallo gli Olympiagozz provano a riorganizzarsi, ma sono contati e anche le energia cominciano a venire meno. Già al 3′ Armani, dopo una bella combinazione con Zoia, fa il quarto, e un minuto dopo Salerno, sfruttando un errore in impostazione, mette al sicuro il risultato facendo 5 a 0. Gli Olypiagozz non mollano e alzano un poco il baricentro, ne nascono anche un contropiede di Tamburello che sbaglia a tu per tu col portiere e un’ottima occasione per Giovinazzo che viene fermato dal duo Costa-palo, con intervento deciviso ancora di Costa. Eppure è solo nel finale che arriva il goal che con una bella incornata a centro area segna il goal della bandiera e fissa il risultato finale, 5 a 1 per i Birrareal.

PAGELLE:
OLYMPIAGOZZ:
Boccini 6: Errore terribile in avvio, ma si fa perdonare mantenendo contenuto il passivo.
Maggio 5.5: Manca lucidità.
Scotti 5.5: Soffre troppo dietro.
Furiosi 6: Ci prova più di tutti gli altri ma la serata non è delle migliori.
Tamburello 6: Ci mette tutto l’impegno di questo mondo.
Conforti 6.5: Uno stacco imperioso che vuol essere un segnale di speranza per il futuro.
Giovinazzo 6: Partita dai due volti, qualche sbaglio di troppo dietro ma pericoloso davanti.

BIRRAREAL:
Costa 6.5: Positivo, reattivo e incolpevole sul goal.
Longo 7.5: La metafora del muro difensivo è ormai un clichè dei racconti calcistici e molte volte abusata, ma in questo casa veste a pennello.
Di Vincenzo 7: Fa parte di un duo difensivo difficilmene superabile.
Armani 6.5: Bello l’inserimento sul goal.
Salvi 6.5: Entra e fa bene.
Salerno 7: Se c’è uno spazio libero lui ci fionda e lo trasforma in un’occasione.
Bruno 6.5: Voglioso. Supera le difficoltà con la grinta.
Frascella 7: Corre, pressa, recupera, si propone. Poi corre, pressa, recupera, si propone. Può essere che gli avversari non lo sopportino ma lui è dalla parte del giusto.
Zoia 8.5: Ne fa tre e mette nelle statistiche pure un assist di tacco. Dà l’impressione di essere in totale contrallo.
De Grandi 8: Dominante. È il fulcro del gioco dei suoi. E che sicurezza!

3JOLIE – BASTARDI SENZA GLORIA 4-2
RETI: 16′ Piccolo (B), 4′ Micoli (3J), 6′ st Piazza (3J), 13′ st Barba (B), 15′ st Massaro (3J), 16′ st Micoli (3J).

CRONACA: I 3 Jolie dominano il campo e la palla, i Bastardi senza gloria, più fortunati che bravi, tengono per 35 minuti, poi anche concretezza e cinisimo vengono meno e la vittoria va a chi la merita di più.
Sin dall’avvio fioccano le occasioni per i 3Jolie. Piazza è incontenibile per Marceddu e Pappadà e così sulla fascia destra si creano occasioni a non finire, però Micoli e Palermo non sono bravi a sfruttarle. Piazza prova da solo ma sbatte contro il palo. Al 15′ succede l’impensabile. I 3Jolie giocano male un pallone sulla destra e Garlappi recupera palla, subito dentro per Piccolo che si concede il lusso di dribblare il suo diretto avversario e appoggia con freddezza in rete. 1 a 0. Prima della pausa ci sono ancora un paio di occasioni per i 3Jolie, ma Vaccarini mantiene in vantaggio i suoi.
Nella ripresa il copione non cambia, crescono però gli interpreti. I 3Jolie, che su azione sono troppo spreconi, si portano in vantaggio con due calci piazzati da posizione non dissimile, al 4′ il tocco vellutato di Micoli e al 6′ la potenza di Piazza. L’uno-due non taglia le gambe ai Bastardi né li scoraggia, anzi Barba, il migliore dei suoi avanza con spavalderia oltre la metàcampo e appena vede lo specchio libero tira, pallone deviato che finisce al sette, è il 2 a 2.
Poi li lieto fine. I 3Jolie, veri dominatori del campo, fanno arrivare un pallone sporco a Massaro e lui lo trasforma in magia: tiro al volo delicatissimo e pallone all’incrocio dei pali. È un goal bellissimo!
Dopo il trucco del prestigiatore qualcosa di molto meno spettacolare. Friso, portiere dei Bastardi, fa il grosso su Musaro superandolo in dribbling poi però si allunga la palla e Micoli lo anticipa, la porta è libera, nemmeno il tempo di guardarsi dietro che la sfera è in rete per il definitivo 4-2.

PAGELLE:
3 JOLIE:
Vaccarini 6: Serata tranquilla per lui.
Biasin 6.5: Ci mette qualche pezza. Lavora poco pulito ma è efficace.
Furnari 7: Capitano coraggioso, Dà tutto per un tempo e poi vede i suoi vincere dalla panchina.
Piazza 8: Percorre la fascia col motorino e gli aversari possono solo guardare e sperare che qualcuno lo fermi.
Micoli 7.5: C’è tutto tranne la condizione atletica. Delicato sul primo goal, arguto sul secondo.
Palermo 6.5: Tanta spesa poca resa. Si sbatte tanto ma raccoglie solo un palo clamoroso.
Amodio 6.5: Non in un punta di fioretto ma bene.
Massaro 7: Come il vino, migliora col tempo.
Musaro 6: Può dare di pù.

BASTARDI SENZA GLORIA:
Friso 5.5: Mantiene basso il passivo più per demeriti degli aversari che suoi. Peccato capitale sul quarto goal.
Marceddu 5.5: Perde il duello individuale con Piazza. Nervoso.
Ferraro 6: Non in serata di grazia.
Barba 6.5: Cerca di dare ordine in mezzo e quando si mette in proprio fa goal.
Garlappi 6.5: Bene il look alla Mark Lenders, male il tiro della tigre.
Pappadà 5.5: Si preoccupa troppo di difendere e risultate nullo in fase offensiva.
Piccolo 6.5: Capitalizza al massimo le occasioni a sua disposizione.
Barone 6: Se c’è un colpevole di sicuro non è lui.

FC MOSTRI – UC DIAMOLI 4-4
RETI: 3’, 2′ st, 17’ st Minieri (U), 13’ Canisi (M), 17’,11’ st Cirillo (M), 22’ Curreli (M), 20’ st Sciarra (U)

CRONACA: Partita molto combattuta tra F.c Mostri e U.c Diamoli che si conclude con uno scoppiettante 4-4. Protagonisti della partita Cirillo in versione Messi e Minieri in versione Cristiano Ronaldo. Nella prima parte di gara gli ospiti giocano meglio, al 7’ Sciarra sfiora il gol, al 12’ Mazzier coglie una clamorosa traversa e un minuto dopo Minieri sblocca il match con un bel destro che trafigge Fortunato. Il gol subito sveglia i Mostri che pochi minuti dopo trovano il pareggio con Canisi abile a sfruttare una meravigliosa sponda aerea di Cirillo che vola in cielo. Passa un minuto e proprio Cirillo con una grande azione personale fugge sulla fascia e a tu per tu con Galliano lo trafigge e sigla il 2-1. Proprio in chiusura di primo tempo ancora lo scatenato Cirillo salta un uomo e crossa in mezzo per l’accorrente Curreli che deve solo depositare in rete.
U.c Diamoli però non si arrende e subito a inizio ripresa rientra in partita col solito Minieri. All’11’ su punizione Cirillo prova a chiuderla, bolide rasoterra ed è 4-2. Gli ospiti non demordono però e Minieri al 15’ coglie un palo incredibile salvo poi andare a segnare il 4-3 al 17’ con un lob meraviglioso. Gli ultimi minuti sono molto tesi e al 20’ Sciarra trova il gol del pareggio che vale il 4-4 finale di questa scoppiettante partita.

PAGELLE
FC MOSTRI:
Fortunato 6.5: para il parabile
Marchica 6: gara onesta
Centofanti 6: mette tanti buoni cross col solito mancino
Pasotto 6: non demorde
Curreli 7: inesauribile, perfetto l’inserimento in occasione del 3-1
Pavone 6.5: difende con determinazione
Cirillo 8: partita mostruosa, tutti i gol hanno il suo zampino
Canisi 6.5: lestissimo a colpire di testa nel gol che vale il momentaneo 1-1

UC DIAMOLI:
Galliano 6.5: sempre sicuro, salva più volte su Cirillo
De Granoi 6: buona prova
Mazzier 6.5: spesso pericoloso, molto sfortunato nel colpire la traversa
Fortunato 6: incisivo
Sciarra 7: sbaglia tanti gol ma nel momento clou puccia il pareggio che vale 1 punto
Argentiere 6: prova un po’ opaca ma volenterosa
Tirone 6: non incide come al solito ma si dà da fare
Minieri 9: trascina i suoi dall’inizio alla fine, segna 3 gol, colpisce una traversa, scatenato

MSF – SBORUSSIA 4-0
RETI: 3′ Tutone (M), 10’, 12’, 13’ st Muscarella (M)

CRONACA: Tutto facile per Msf che batte con un secco 4-0 Sborussia. Protagonista assoluto della partita un Muscarella che sigla una sontuosa tripletta e si porta a casa il pallone.
La partita però si apre con il super gol di Tutone che scaglia un potente siluro dalla distanza che Vecchio può solo osservare finire all’incrocio. Al 5’ reazione Sborussia con un bolide di Ettori deviato sul palo da un riflesso felino di Shima. Al 10’ inizia il Muscarella show, controllo perfetto e piazzato di destro che lascia ancora fermo a guardare l’incolpevole Vecchio. All’11 Scopel da posizione defilata colpisce il palo. Un minuto dopo ancora Muscarella prende palla, salta un uomo e poi scaglia un altro siluro che si insacca nel sette e vale il 3-0 con cui si chiude il primo tempo.
Nella ripresa Ettori impegna Shima a compiere due belle parate, per il resto Msf ha il pieno controllo del gioco e al 13’ Ardizzone scodella in area un cross meraviglioso che viene prontamente deviato in rete dall’incornata del solito Muscarella per segnare il 4-0 definitivo.

PAGELLE
MSF:
Shima 6.5: Clean sheet per lui con tre ottime parate
Falsone 6: partita per lui molto tranquilla
Ardizzone 6.5: l’assist per Muscarella è qualcosa di magico
Grossi 6: fa il suo, e lo fa bene
Bottini 6.5: ottima prestazione, una spina nel fianco di Sborussia
Scopel 6: oggi non la puccia ma gioca con la solita intelligenza
Tutone 7: apre le danze con un gol alla Pogba, poi giganteggia a centrocampo
Cimino 6: dalle sue parti non arrivano pericoli
Muscarella 8: tripletta sontuosa, prestazione monstre, semplicemente decisivo

SBORUSSIA:
Vecchio 6: incolpevole sui gol
Chiellini 5.5: in difficoltà
Sessa 5.5: partita da dimenticare in fretta
Faini 6: ci mette un po’ di grinta
Giulini 6: male ma non malissimo
Barsotti 5.5: poco incisivo
Tomasini 5.5: troppo isolato in avanti
Ettori 6.5: il più pericoloso dei suoi, trova Shida sulla sua strada

REAL MAGENTA – A.C. ATHLETIC BALOON 6-2
RETI: 4′ Modoni (R), 6′ Pedone (R), 19′ Monteverde (R), 22′ Trovò (B), 5′ Pedone (R), 9′ Modoni (R), 14′ Parlatore (R), 17’st Poli (B).

CRONACA: Il Real Magenta gioca contro i Baloon sapendo che la vittoria, a meno di un evento inaspettato sul campo di fianco, non basta per il primo posto nel girone e una sconfitta non cambierebbe nulla. I Baloon devono comunque scalare una montagna, saranno pronti per una tale avventura?
Sin dall’inizio la partita si incala sui binari voluti dai Real Magenta che in poco tempo si portano sul 20 con le reti di Modoni e Pedone. Pure Parlatore prova a partecipare alla festa ma qualche tocco di tacco di troppo, un palo e poca freddezza sotto porta glielo impediscono. I Baloon fanno fatica a reggere l’urto e si spezzano subito tra difesa e attacco, nonostante ciò Losi si fa vedere dalle parti di Mantovani, pur senza successo.
Monteverde al 19′ fa 3 a 0 sfruttando la lunghezza della squadra avversaria; tre minuti più tardi è invece Trovò ad usare la sufficienza avversaria per trovare la via della rete. Si va al riposo sul 3 a 1.
Nel secondo tempo ancora un volta Modoni e Pedone creano la distanza segnando il quinto ed il quarto goal. Ad arrotondare il punteggio ci pensa Parlatore su assist di Modoni. Prima della fine i Baloon raddoppiano il loro punteggio partendo in contropiede dopo uno schema sbagliato da Monteverde e Modoni, segna Poli e la partita si conclude 6 a 2.

PAGELLE:
REAL MAGENTA:
Mantovani 6.5: Sicuro e bello da vedere.
Pedone 7.5: Ne fa due ma quello più bello non gli viene. Potenza allo stato puro.
Brindisi 6.5: Partita concreta, gioca anche da solo dietro e non rischia.
Parlatore 6.5: Punto di riferimento per la squadra. Quando abbandona l’eccesiva leziosità fa anche goal.
Ferrè 6.5 Il meno ispirato dei suoi.
Monteverde 7.5: Un po’ svogliato, nonostante questo fa impazzire gli avvversari.
Modoni 7: Prestazione di sostanza. Fa bene tutto quello che fa, una tora a cui manca solo la ciliegina.

A.C. ATHLETIC BALOON:
Marc 6.5: Fa bene le cose difficili.
Losi 7: Davide contro i giganti. Combatte come dovesse fare l’impresa ma è troppo testardo.
Marazzina 6: Si fa vedere poco. Timido.
Orlando 6: Non lascia il segno.
Gattarello 6: Le sue intenzioni sono sicuramente buone, ma la realizzazione lascia a desiderare.
Trovò 7: Mostra buone qualità ma è sempre da solo.
Poli 6.5: Rognoso in fase difensiva. Poi sale e fa pure goal.
Bevini 6: Manca convinzione.
Paladini 6: Troppo disordinato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *